Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. C’è da chiedersi fin dal titolo: ‘banale prosa’? (p. 42). In poesia vi sono più concezioni: se è certo che i versi estesi di Mozetic assomigliano alla narrativa, il significato sta nelle storie, ma non solo: ‘Mi assale la smania di non essere mai nato’ (p. 12), con quel che segue: un senso di eternità, o di presenza sotto tale specie. Tutto allora sta nel poema in cinquanta parti. Ma gli aspetti poetici ci sono, eccome: ‘Ljubljana, una serpe dalla voce soave che avvolge con tenerezza il tuo corpo’ (p. 50). Partendo da qui, il corpo (e l’eros): è la dicotomia insanabile, fra sentimento e pulsioni. Fino a divenire ‘persecuzione’, fino al punto in cui coscienza ‘pura’ la rifiuta. Entra in gioco anche la traduzione, oltre la quale emerge la figura del poeta.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza