Servizi
Contatti

Eventi


Berlino-Roma e viceversa

Narrativa. Qualunque sia la tipologia letteraria con cui l’autrice si presenta, si incontra sempre una felice sorpresa, e ‘sorprendente’ è anche questo romanzo che – raccontando di un amore che riesce a superare tempi, luoghi e difficoltà – risulta innovativo come impostazione, pur nel tema per così dire ‘tradizionale’. Novità di forma, poiché gli otto capitoli si articolano in ‘strutture’ che stimolano la lettura e la rendono varia e interessante, grazie al pensiero divergente. Un amore a volte strano: in ogni rapporto sentimentale infatti può rimanere un’ombra nell’angolo. Sulla vicenda dei due protagonisti, poi, si stende la trama degli anni – si ha perfino l’impressione di una ‘sincronia’ narrativa – e il fascino dei luoghi (come dal titolo), cui si aggiunge l’eleganza dello stile: “Andavano come sulla luna, improvvisamente leggeri, conversando o in sospensione tacita. La luce pian piano degradava sui colli romani creando atmosfere surreali” (p. 149). È questa la magia che l’amore riesce a suscitare.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza