Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica e poesia. Non ci stancheremo mai di elogiare chi – come Orlandini – propone autori meno noti ma di sicuro interesse, tanto più che lo stesso Orlandini è poeta, e poetico appare il suo saggio che antepone alla raccolta di liriche di Guérin con gli originali in francese. Charles Guérin (Lunéville 1873 - ivi 1907) è considerato dalla critica un ‘tipico rappresentante del simbolismo decadente e crepuscolare’: giudizio sommario, che va senz’altro completato. Perché la sua poesia, per niente tortuosa, mostra una ammirevole limpidezza di scrittura: ‘Palpite au vent léger qui passe’ (Le poète) o ‘La source offre à l’étoile un fidèle miroir’ (Un jour...). Non poteva che approdare alla fede una poetica simile, per quel principio evangelico che rispecchia l’intimo desiderio di purezza. La traduzione è condotta in modo da tener conto della scansione logica del testo italiano.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza