Servizi
Contatti

Eventi


Che tutto sembri vero

Poesia. Se pensiamo alla scrittura come superficie che scorre, a tratti ne vedremo dei bagliori, o momenti improvvisi, che accendono l’intuizione tra poeta e lettore di poesia: “di un amore che ha ali | di fuoco” (C’ una donna - II). Tutto ci senza venir meno a una osservazione, quasi disposti di fronte a un obiettivo che coglie e rimanda, a un passaggio che significa narrazione: ma, in che modo?

Il tempo allora diviene relativo, la storia non pi linea, ma presente, malgrado vi sia l’implacabile senso della caduta, del disfacimento a volte, che coinvolge esseri e cose (ma le cose sono esseri?) al punto che il sogno sembra l’unica soluzione. il Sogno a trasformarsi in ‘oltre la figura’, e la superficie di cui si diceva all’inizio viene punteggiata dalle illuminazioni, da segnali, per quanto effimeri. Si consideri la memoria: qui per si anticipa un discorso non ancora concluso.

Recensione
Literary 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza