Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. A volte viene da chiedersi cos’è la normalità, e se nella realtà quotidiana non s’infiltri qualcosa che normale non è. Così i venti racconti, divisi in due parti, insinuano quel ‘mistero che avvolge l’esistenza’ (Ruffilli), dotato di un suo spazio che potrebbe intersecarsi. Vi è una linea ‘filosofica’, sia pur non organizzata come tesi in assoluto, piuttosto ‘visione del mondo’ che l’autrice percepisce attraverso la sapiente ottica del ‘distacco partecipato’, riuscendo a penetrare psicologicamente nei suoi personaggi. Nel racconto La baita, tanto per fare un esempio, si assiste a un mutamento che deriva da contingenze reali. La percezione del ‘passaggio’ fra realtà e fantasia è una prerogativa di questa narrativa, la cui tensione va colta all’interno dei segni emotivi.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza