Servizi
Contatti

Eventi


Così filano le Parche

Il tema della morte rimanda al lutto e all’assenza: per quanto fondamentale esso assume aspetti diversi secondo la filosofia, mentre per esempio la burocrazia lo riduce a semplice pratica. Gli esseri umani, la loro vita, fluiscono come segmenti di un insieme. L’autrice tratta sì il soggetto con l’idea del saggio, ma lo traduce in forma meditativa, con riflessioni che pur attingendo da una vasta area culturale lo riportano a fatto individuale. Per gli antichi la morte assumeva il valore di un gesto significativo se affrontata per la gloria o la patria. Oggi, che tali finalità sono più rare, ha spesso un senso definitivo. La scrittura è – almeno in certi casi – un esorcizzare la morte o il lutto (Ungaretti, p. 78). La presa di coscienza di questo limite è inevitabile, ma la parola ci dice che non sempre tutto muore.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza