Servizi
Contatti

Eventi


Gastronomia. L’Appennino è ricco di flora: in questo libro si parla in particolare del tratto bolognese. Non è solo un prontuario di ricette, ma fonte di informazioni, curiosità, etimologie: si presenta in modo organico, diviso nelle quattro stagioni. L’estate è quella che dà i frutti di bosco più noti: lamponi, mirtilli, more, fragole e sambuco; il nome di quest’ultimo deriva dal greco sambýkē; la sambuca è a volte ritenuta un’arpa dei Caldei o una cornamusa o un salterio di origine fenicia; nel medioevo era il flauto ricavato appunto dal sambuco. La varietà di soluzioni culinarie possibili, con ogni tipo di erbe, è notevole, a dimostrazione del fatto che non tutti i prodotti della natura vengono adeguatamente utilizzati. Non poteva mancare, a chiusura del simpatico volume, il racconto L’erba magica.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza