Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Quanto siano sconfinate le possibilità espressive anche in un tema ‘eterno’ come l’amore, lo dimostra questo Cuore contrappunto, che senza concessioni al lirismo o agli aspetti ‘sentimentali’ prefigura un modo nuovo per rapportarsi con simile, e spesso indefinita, ‘materia’. Ci illumina il passo di Ruffilli posto all’inizio. Per certe affinità e differenze. È assente ogni elemento non riferibile al soggetto. Predomina il pensiero, che disincarna il fattore amoroso: segno che l’ispirazione è scesa nel profondo, dove le ragioni sono insondabili e dove sarebbe vano – in ultima analisi – se non si è ciò che si prova cercare un significato decisivo: ‘mi lego | ad un’idea di te’ (Sangue); ‘Di me | o dell’immagine?’ (Prigioniero). Singolare la forma: sintetica, ma con cadenze, per esempio gli endecasillabi fratti nel finale di Testa.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza