Servizi
Contatti

Eventi


Da questo mare

Poesia. Può apparire particolare la struttura di questo libro, ma la forma si rivela procedendo nel contesto. Tre parti, oltre a un’appendice (una poesia di Ungaretti), nota dell’autore, note ai testi, un commento agli stessi, e un’accurata e puntuale postfazione (F. Alaimo). La sezione I (L’amore che ti manca) inizia un ‘percorso’ religioso in cui l’idea è condensabile nel passo “nel reciproco | e confidante Splendore” (Due). Ma la realtà pare emergere quale forza ‘espressionista’ e insieme simbolica: “come cane insaccato nello scandalo | della disperazione” (Quattro). La parte II ‘8, o della città | pregando con l’angelo’ segue un itinerario, la linea tranviaria dei “capolinea Casaletto/Largo Argentina, dall’estate del 2013 Piazza Venezia”. Le poesie scandiscono le ‘fermate’, ed è in quei tratti che l’intuizione si sviluppa: “ma una sola regione in aria al Suo sole | per quella domenica che non porta tramonti” (San Camillo). Nasce la trascendenza: “apparendo | e muovendosi nella tua luce più alta” (Navicelle). Il libro si chiude con il poemetto che dà il titolo alla raccolta: una delle tante vite senza l’approdo di speranza, un grido al quale spesso non arriva risposta (p. 76).
Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza