Servizi
Contatti

Eventi


Depressione e coscienza

 

Narrativa. Una storia percorsa dal “male oscuro” e nel contempo da un periodo (i cosiddetti anni di piombo) politicamente intenso. Le sei parti del romanzo mostrano quindi i vari passaggi. Nella coscienza dell’essere, o presa di coscienza sociale, si assiste alle varie ideologie fra teoria e azione, e fin da qui emerge il carattere del protagonista. La seconda coscienza, del vivere, si addentra nel cuore della vicenda, sempre in un contesto fortemente ideologizzato. La successiva coscienza, del fare, porta una data precisa: l’uccisione di Aldo Moro (1978). A quel punto cambia anche il decorso individuale con la coscienza di amare, quando il tessuto etico cede e appare la droga. Le ultime due coscienze proseguono nella malattia, la cui origine non è mai completamente definita. L’autore – questa è la sua opera terza – sa trasmettere con vivezza descrittiva e psicologica le fasi del romanzo che, ambientato a Genova, è anche lo spaccato di un periodo storico ricco di fermenti e contraddizioni.

Recensione
Literary 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza