Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. In fondo la poesia è un ripiegarsi nell’intimità del significato, nel far sì che – come scrive l’autrice – la parola diventi, e sia, vita. Forse un modo per esistere. Di fronte alla vacuità (cfr. Ecclesiaste) che sovente incrina le certezze dell’io. Se è diario interiore, vi si scorge comunque la struttura, un delinearsi che segue l’identità: da qui il tratto breve o la forma del poemetto quale si evince in Nevrosi o In una vita precedente (XIV parti). Si sente la necessità espressiva, il confronto con la realtà non coincidente: disagio del vivere contrapposto alla purezza del pensiero, e dell’immagine: ‘L’odore delle viole sotto casa’ (p. 110); versi originali, personali, al fine di percepire ciò che sfugge al dominio dei sensi.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza