Servizi
Contatti

Eventi


Dieci secoli di civiltà prima di Roma

Saggistica. Questo volume è una edizione riveduta e corretta di Quando c’erano i Veneti uscita l’anno precedente. Per conoscere la provenienza del popolo veneto si sono fatte più ipotesi: Anatolia (?), Illiria o antichi troiani, se si tiene conto di Antenore. La scritta venetkens appare su una lapide.

Di certo i Veneti avevano un rapporto speciale con l’acqua, cioè i fiumi, ancor oggi presenti nelle città, e per tale motivo si insediarono lungo i corsi d’acqua fin dal IX sec. a. C. Come si vede, una civiltà antica, che ebbe tra i centri principali Padova ed Este. Poi i loro rapporti con Roma fecero sì che avvenisse una specie di integrazione, ma l’identità veneta è rimasta forte nel tempo ed è emersa anche attualmente. I diversi capitoli illustrano gli usi e i costumi quotidiani di questo popolo, le varie attività, gli aspetti religiosi, l’arte e la scrittura.

A tal proposito sembra che il venetico sia di derivazione indo-europea, come peraltro non poche lingue del nostro continente, e l’alfabeto si forma attraverso il greco, il fenicio e l’etrusco: è una scrittura bustrofedica, che si legge cioè nei due sensi. In campo artistico sono notevoli i vasi, particolarmente quelli sacri (situle), riccamente decorati con scene che rappresentano anche storie. L’opera è corredata da una ricca parte iconografica e in appendice riporta la collocazione dei vari musei e una bibliografia utile per ulteriori ricerche.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza