Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. La liberazione dalla forma va qui intesa come adeguamento, poiché il poeta adegua a ogni soggetto o tematica la relativa struttura; fin dalla prima lirica (Alogena) sono riscontrabili i distici, ancorché indivisi. Si va dall’essenzialità di La favola del lupo al più esteso canto di Volteggio di compasso. A volte gli effetti sono sorprendenti; si legga Giovedì 14: ‘M’avvito in un pensiero; | giro, giro, | giro.’ La parola giro ripetuta e i versi ‘a scalare’ producono una sensazione di ‘avvitamento’. Ma riduttivo sarebbe indicare solo qualche testo: l’insieme di casa si realizza nelle parti, secondo una logica costruttiva, ma svincolata da qualsiasi rigida esecuzione. Nelle liriche d’amore, per esempio, affiora una poeticità capace di eleganti immagini: ‘Le labbra come rosa perfetta | nel disegno’ (Festa di compleanno, vv. 3-4).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza