Servizi
Contatti

Eventi


Esercizi di volo

Narrativa. Nei diciannove brevi racconti – che tuttavia costituiscono una unità narrativa per contenuti, luoghi e personaggi che vi appaiono ricorrenti – un primo dato significativo è la possibilità, creare quindi momenti virtuali entro cui specchiare una realtà che tende per sua natura a non stabilizzarsi, anche se la scrittura fissa secondo un proprio codice gli eventi, spesso riferiti a un principio non totalmente definibile.

Ne consegue che la narrazione vi pone i suoi strumenti come si evince da Scrivere, ‘esercizio’ che mette l’autore di fronte a una scelta operativa, sia pur di natura tecnica (qui la fantasia è sufficiente a supplire qualsiasi struttura che si intenda adottare). Dunque sono soltanto parole o non riportano a monte, come peraltro le citazioni dal testo di Erasmo, una verità che sembrava sepolta?

Ci pare che Piangere sia uno di quei momenti-chiave, quando “viene naturale raffigurare questo mondo di relazioni fra il genere umano, gli animali, le cose”. Siamo forse alle soglie di uno stile nuovo, che considera qualsiasi rapporto, ma con la realtà (Volare) occorre pur sempre fare i conti.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza