Servizi
Contatti

Eventi


Figure della mente

Poesia. In tre parti, la silloge spazia su diversi registri: tematico, creativo e lirico. Ma un’interazione esiste, ed data dallo stile individuale che rende riconoscibile la scrittura dell’autore. In Figure della mente (I) la geometria si propone come stimolo alla fantasia, visivamente imprigionata entro certi limiti (Triangolo), dai quali per riesce a evadere: la geometria anche armonia (cfr. pp. 14, 21 e 55).

Tale influsso intuitivo e mentale si riflette nella Recherche (II), per esempio: “in prismi di rocce senza tempo” (Vita nelle acque), per a tratti, poich la natura mostra il suo volto, ed nei Sogni vagabondi (III) che si realizza quel sostrato lirico e armonioso trasformando l’immagine in senso spirituale: “Portavano rose nei canestri | incantate fanciulle dell’aria” (Inebriata giovinezza). Se c’ un musicista per correlare queste composizioni, proprio Chopin (p. 70). I commenti esaustivi di A. Stagnaro sono, come ci avverte Rossi, “parte integrante” dei testi.

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza