Servizi
Contatti

Eventi


Giocando con le nuvole

Poesia. L’opera omnia di un autore ci permette di rilevarne tutti gli aspetti, anche quelli meno noti, dandoci quindi un quadro realmente completo della sua produzione, su cui poi la critica può esercitare a ragion veduta un giudizio sia globale che particolare. Questa raccolta dunque ci appare come il consuntivo di un’attività poetica iniziata molti anni or sono, anche se non è detta l’ultima parola e l’autrice potrebbe riservarci altre gradite sorprese. Si deve quindi considerare ciascuna linea creativa dei testi.

La parte formale mostra predilezione per il verso libero – con strofe a volte spostate in senso visuale – sostanzialmente stabile nel tempo. Di primo impatto ci pare che la natura sia un elemento fondante delle liriche, uno spunto infatti lo troviamo già nel titolo, senza venir meno ad altri soggetti, cioè i ricordi o la presa di coscienza di una contemporaneità spesso difficile. Taluni momenti, squisitamente femminili, senz’altro attingono a un fondo romantico, ma non disdegnano la descrizione di una realtà che viene vissuta giorno per giorno, dando maggiore concretezza al significato della parola.

C’è anche l’impressione di un mondo che sembra gradualmente trasformarsi e perfino frantumarsi, tuttavia un’intima visione sostiene questi versi e li riconduce al loro principio creativo: “E sarò polvere | nell’universo” (Una cornice di stelle). Simile intuizione prospetta all’essere umano il suo destino ma non elimina la forza rigeneratrice della poesia.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza