Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Lo stile solido, sostenuto dall’inventiva, connota i tredici racconti, le cui trame risultano intriganti, e in certi casi con un finale (tragico) a sorpresa. Si prenda il ‘raccontino’ brevissimo – una sola pagina – Un flusso di coscienza. Si direbbe che qui venga posta la scelta fra etica e istinto. Ne La donna del treno il clima sospeso tra le apparenze e la eventuale ricerca di un ‘riconoscimento’ porta la scrittura a un esemplare livello di ‘incertezza’ — e si sa che nell’incerto sta il fascino di narrazioni in cui specchiare l’io o addentrarsi come in un labirinto di parole, segni, presagi. Opportunamente riferisce il prefatore di un ‘messaggio subliminale’ che va a costruire l’iter di corsi e ricorsi: l’esistenza, anche per chi la guarda con l’ottica di Molinari, non praticamente mai ‘rivissuta’ nello stesso modo.

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza