Servizi
Contatti

Eventi


Il grano era alto

Poesia. La produzione giovanile di un autore è sempre interessante. Nel caso di Walter Nesti i testi della raccolta non hanno singolarmente una datazione, ma sappiamo per sua ammissione che “Queste poesie furono composte tra il 1953 e il 1957 e nel 1961”.

Il progetto non realizzato era di pubblicarle presso Rebellato: i premi ottenuti tra il 1956 e il 1959 sono indicativi della loro qualità. La sezione Prime poesie costituisce quindi una traccia iniziale sui cui la critica può in qualche modo esercitarsi. Spicca chiaramente una ‘intenzione’ che riguarda anzitutto i contenuti, e cioè l’aspetto umano e sociale del fare poesia, e un genuino sentimento religioso (Accettazione): ne consegue quel connubio che è praticamente inscindibile e che sottopone l’evento poetico a un principio ideale. Se è vero che la scrittura traduce la realtà, da parte sua la realtà può tradursi nella scrittura, ricostruendo sotto una forma diversa figure, luoghi e avvenimenti a loro volta conoscibili solo attraverso l’identità fra scrivente e lettore.

In altre occasioni il ricordo non necessita di questo passaggio (Io li ho visti) divenendo quasi una testimonianza oggettiva. E fluisce spesso in queste pagine un sentimento corale quale cifra indelebile che anche dalla memoria trae la sua forza espressiva.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza