Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. L’etimologia della parola guappo potrebbe risalire, attraverso lo spagnolo guapo (elegante), al latino vappa ‘vino svanito, in senso figurato fannullone. Così come la parola acquista diverse accezioni nel tempo, anche la figura del guappo – tipicamente napoletana – mostra svariate ‘personalità’, che vanno dall’elegantone fino a confondersi col camorrista, dal quale però va tenuto distinto. Il saggio della Florio, condotto con competenza e gradevole per la scioltezza e precisione dello stile, attinge a fonti storiche, e in quattro capitoli traccia i tratti più peculiari del guappo, esaminandone costumi, aneddoti e leggende, e la sua presenza nell’arte in genere: poesia, teatro, cinema, musica. In appendice un glossario dei termini napoletani, la filmografia essenziale (rilevante la partecipazione di Totò) e una nutrita bibliografia.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza