Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Che le poesie della Scarparolo nascano da una vena limpida e spontanea ce lo dice la prima composizione della raccolta: ‘E scivolano le parole | a una a una: | sul bianco foglio | si fanno verso’ (Come Bocciolo). Ma dietro c’è la conoscenza, che è condizione dello spirito più che erudizione; e tuttavia in Nocchiero troviamo questo verso: ‘le albicanti vele’ — latinismo di oraziana memoria. Poi c’è il ritmo, anche se per la maggior parte i versi sono liberi (ma con musicalità): gli ottonari di Vita, il v. 1 con dialefe: ‘L’amore è caldo sole’; e i senari iniziali di Foglie. Va poi particolarmente notata la ‘fantasia lirica’, che perviene nel testo dedicato al padre (p. 12) a uno degli esiti più significativi: ‘quando un angelo | a te si fece attorno | e il tuo corpo | avvolse nel suo velo’ (vv. 5-8).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza