Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. La moda e, anche, oggettivamente, le nuove tecnologie, hanno portato a una ‘invasione’ nella nostra lingua di termini stranieri non sempre giustificati. In un vecchio Palazzi del tempo di guerra, tali voci venivano ‘ghettizzate’, con a fianco la corrispettiva parola in italiano, sfiorando talvolta il ridicolo: sport>diporto, o filmo (italianizzata). Questo pregevole saggio mantiene un corretto equilibrio nelle sue osservazioni. Pienamente d’accordo con l’affermazione che la nostra lingua ha radici millenarie e vigorose (p. 24) e, in sostanza, regge bene: basti esaminare i libri di vario tipo che ogni giorno vengono pubblicati. Meno convinti siamo che l’italiano non sia ‘una lingua lessicalmente ricca’: la quantità di vocaboli, con sinonimi e allotropi (per es. malinconia), senza contare il decorso diacronico, è notevole, con numerose sfumature di senso. Interessante pure la seconda parte del volume, che riguarda il comportamento dello spagnolo di fronte all’invadenza dei forestierismi.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza