Servizi
Contatti

Eventi


In exitu Israel. Poesie da una rilettura della Bibbia

Poesia. Considerando un modello cos elevato, anche le poesie che ne traggono spunto devono mantenere la stessa impostazione, e ci pare che l’endecasillabo sia la forma pi idonea. Peraltro l’autrice possiede una tecnica che si piega alle esigenze dei vari temi o episodi biblici nelle due parti del libro: Antico e Nuovo Testamento.

Per dare un esempio della perizia operata negli endecasillabi sciolti, ecco un caso di diesinalefe: “Tu, mio Iddio, hai pagato ogni dolore” (p. 17), un verso metricamente interessante anche per le varie soluzioni cui si pu sottoporre. Da notare l’uso sapiente della dieresi, strumento metrico che spesso i moderni poeti ignorano. Tra l’altro la poesia che apre il Nuovo Testamento presenta un primo verso ipermetro ov’ possibile ritrovare un significato simbolico per la sillaba eccedente.

Ciascun testo poetico introdotto dal fatto che lo ispira, una introduzione che rappresenta la spiegazione dell’evento narrato e completato dal relativo aspetto morale (es. Salomone. La punizione). L’appropriata corrispondenza fra testo biblico e poetico conferisce una coerenza formale all’opera e ne certifica inoltre la funzione creativa.

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza