Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Dopo l’haiku e il tanka, ecco il keiryū: quarantadue sillabe ‘spalmate’ su versi di 7-9-8-9-9 sillabe. Tematica di fondo filosofica, per stimolare la ‘indagine introspettiva’. Dei trentadue keiryū della raccolta la maggioranza tiene unita la terzina (izumi) al distico (nazo no kaze), otto li separa e uno (XXVIII) ha il verso monostico centrale fra due distici. Ma qual è la metrica? Esempi: ‘Riluce lo spirito’ (XX,1) ipometro; ‘dall’insofferenza alla realtà’ (XXIV,5) ipermetro. Notevole il risultato poetico ottenuto con soli cinque versi. Una sintesi pressoché ineccepibile in senso concettuale, che coniuga metafisica e fisica nel distico che chiude il già citato XXVIII: ‘luce ed ombra si fondono | come l’oceano e le stelle.’

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza