Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Quali sono le percezioni di chi è in coma? Una risposta (ma si tratta di ipotesi) sembra darla questo romanzo dove la giovane protagonista aggredita da un leone resta in coma senza più svegliarsi, ma riesce a comunicare telepaticamente con la madre. Nasce così una storia che affascina per diversi aspetti, non solo l’originalità del tema e del suo svolgimento in 164 capitoli brevi – e anche brevissimi – ma per lo stile che a sua volta mostra diverse peculiarità: l’uso del maiuscolo, la punteggiatura sovente sospensiva e incalzante, il lessico, che accanto a voci poetiche (aere: cap. 11) o di dantesca memoria (etterno: cap. 10) evidenzia una innovazione semantica al limite onomaturgica, evocando archetipi (cap. 75) che sembrano spezzare le barriere del tempo con seducenti intuizioni: “IL PENSIERO È SFERICO” (cap. 92) a conferma di come la mente umana sia in grado di creare nuove dimensioni, sensoriali e linguistiche.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza