Servizi
Contatti

Eventi


La precisione dell’acqua

Narrativa. Diciassette racconti di diversa lunghezza che si distinguono per l’originalità di alcune storie e per lo stile, di una coerenza narrativa esemplare: varia anche la visuale in cui la scrittrice si pone. Qualità che ritroviamo fin dal primo racconto ‘La pianista e il ladro’. E, per fare un altro esempio, suggestivo e poetico appare ‘Il Burattinaio e la Tessitrice’: da rilevare la singolarità dei personaggi.

Più intimista ‘Una trama senza sosta: psicopatologia di una nevrosi’ (certi titoli sono piuttosto estesi) ove occorre seguire interiormente la vicenda in cui affiorano possibili elementi autobiografici. Profonde intuizioni poi ne ‘La pittrice, i tre uomini e il fumo color arancione’: scrittura nitida, non dispersiva, con echi (rari) simbolisti: “dove fisso vertigini” (p. 165); cfr. “Je fixais des vertiges” (A. Rimbaud). Impossibile non citare la finezza immaginativa della ‘Piccola storia di una venditrice di giochi d’aria’.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza