Servizi
Contatti

Eventi


Teatro. Il dramma, in due atti, è ‘liberamente ispirato alla novella La camera in attesa’ di Luigi Pirandello: operazione legittima, poiché il grande scrittore ha già implicito il rapporto tra narrazione e teatro. Dei sei personaggi (coincidenza?) acquista una sua ‘storia’ la signora Pina (la madre), sofferente. L’azione si svolge nel 1912 e si protrae per circa un anno: a quel tempo la cardiologia non era avanzata come oggi. L’intensità e la profondità dei sentimenti si evidenziano specialmente nel colloquio con Don Venanzio. Per la realizzazione scenica del testo vi sono dettagliate didascalie. Scrittura secondo uno stile ‘parlato’, ma in cui affiorano spunti letterari, come la citazione dal Parini ‘Quando Orion dal cielo’ (p. 12).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza