Servizi
Contatti

Eventi


Le belle parole

Saggistica. Le ‘belle parole’ si collegano ad autori e opere di narrativa o poesia: una lettura critica che si svolge in una serie di saggi comprendenti nomi noti e meno noti, ma sempre significativi. La quantità di materiale ci impedisce un esame più dettagliato, tanto più che dai testi emerge una notevole penetrazione dei soggetti trattati. Per esempio, il caso di due sorelle, Graziella e Piera Isgrò (Comunione); l’altro o il diverso (Diversità); Emarginazione, che riguarda ‘tutti coloro che non producono ricchezza’, tematica del libro La casa degli inutili di Saverio Castanotto; la fenomenologia, fondamentale filosofia (Husserl) del Novecento (Empatia); un poeta non facilmente dimenticabile, Angelo M. Ripellino (Erranza); in Fede la straordinaria intuizione di J. d’Ormeville a proposito di Marguerite Yourcenar; il destino terribile di Etty Hillesum e il suo Diario (Oltraggio). Qualunque sia l’opera esaminata, l’autrice ha saputo trarne il senso sostanziale con acuta indagine critico-interpretativa.

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza