Servizi
Contatti

Eventi


Saggistica. Per questi otto rilevanti saggi (più una parodia, autentico pezzo di bravura) tentiamo di proporre alcune sintetiche osservazioni, nell’impossibilità di affrontare, anche succintamente, le varie questioni. Su Svevo: la psicanalisi (vedi L’assassinio di Via Belpoggio), ma – senza nulla togliere al grande scrittore, da noi amato – anche le sue peculiarità grammaticali. Sul Pascoli: la metrica portata a un livello di grande abilità tecnica, es. il verso da Arano ‘le porche con sua marra pazïente’ — dieresi, forse per mantenere il ritmo giambico. Su Ungaretti: entra in scena la variantistica, per composizioni che, non a caso, a volte subiscono notevoli modifiche. D’accordo con l’autrice: la poesia è anzitutto libertà, e gli obblighi – forme chiuse a parte – sui contenuti rischiano di snaturarne la matrice individuale; perfino nel nonsense l’oggetto-parola vibra di suoi significati che ciascuno può interpretare secondo la propria sensibilità.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza