Servizi
Contatti

Eventi


Memorialistica. Questi interessanti appunti (ricordi) della seconda sorella [1859-1936] di van Gogh ci mostrano particolarità del geniale pittore. Per esempio, il carattere schivo e la ‘scarsa propensione per le relazioni’, tanto che non ebbe o quasi amicizie, se si eccettua il rapporto artistico con Van Rappard. Poi la religiosità, per cui si sentiva di ‘diffondere il vangelo di Gesù’. Un’opera di Dickens lo stimolerà a prendere come soggetto i minatori. Altro particolare: non sedeva ‘a tavola con gli altri’ e mangiando teneva su una sedia un dipinto da osservare. In sostanza: forse il genio nasce da una totale dedizione od ossessione? La plaquette riporta quattro disegni composti fra il 1884 e il 1889 che, seppur meno noti di certi suoi quadri, portano il suggello di una straordinaria originalità.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza