Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Come nella precedente raccolta ‘Perché tu non ci sei più’ l’accenno alla Parca definisce il motivo: ‘Atropo non fa distinzione’ (p. 20); cfr. pure p. 49. Prosegue quindi un quasi diario per la dolorosa perdita: testi che vanno dal 9 agosto 2011 al 14 novembre dello stesso anno. È possibile cogliere le vibrazioni dell’animo, fattesi più intense e approfondite, a profilare l’ineluttabilità del destino (o Fato). La Izzi Rufo è nota quale ‘Saffo italiana’ per la sua cultura e per quel senso di classicità che traspare dai suoi versi, si veda a p. 39: ‘Salivamo i clivi montani’, ma anche per talune costruzioni sintattiche e creative: nel paragone di un fenomeno naturale (l’alba) la bellezza ‘sfuma in un istante’ (p. 23) simile alla ‘giovinezza dell’uomo’

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza