Servizi
Contatti

Eventi


Prosa. Nell’opera di Musil (Klagenfurt, 1880 - Ginevra, 1942) L’uomo senza qualità, pur essendo un ‘capolavoro incompiuto’, rappresenta l’epicentro del suo stile, al punto che altri lavori sembrano costituire un parergo a tale epicentro. Lo stile, si diceva: perché nell’autore austriaco, testimone di una crisi, la finis Austriae, è di estrema importanza. Conta, ma non sempre, come si dice, anziché cosa si dice. Tutto questo, è chiaro, da prendersi con cautela. Le cinque prose che le Edizioni Via del Vento propongono, sono inedite in Italia. È una scrittura precisa, dettata da un osservatore al cui acuto sguardo nulla sfugge, anche quel che visibile non sembra. Il pezzo che dà il titolo alla raccolta è l’ultimo di tre abbozzi, poi integrato nella novella Il merlo. Il Foglio di diario (1927) conferma come in un grande scrittore la trama nasca da una serie di stimoli che rendono praticamente impossibile discernere le parti reali da quelle ‘deformate’ o di pura fantasia.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza