Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Tutt’altro che marginali questi dodici racconti, anche se l’autore è impegnato generosamente a scoprire giovani talenti, oltre a essere promotore culturale: fra l’altro dirige la nota rivista Erba d’Arno. Una produzione dunque non corposa, ma significativa, di racconti scritti fra il 1972 e il 2002: un arco di trent’anni. Eppure non mostrano vistose fratture stilistiche. Uno stile – è da dire – a volte folgorante per nettezza di contorni, fin dal primo testo La sora Dina. Figure di donne, delineate in modo magistrale; per esempio, la Borghi ‘allegoria della Potenza’ e ‘simbolo della terra (la seconda opera edita – 2001 – porta il suo nome). Poi, luoghi, entro cui ricostruire la propria identità e interiorità (La baracchina). In sostanza, una prosa di prim’ordine.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza