Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Facendo un parallelo tra lingua e dialetto (in questo caso del Trentino) si notano strane analogie o diversitÓ. Per esempio ombrýa (ombra) trova il corrispettivo italiano di luogo ombroso od ombra lieve e diffusa: ma in altri casi i vocaboli coincidono o si separano radicalmente. Poesia Ŕ sempre poesia, in qualsiasi lingua o dialetto che dir si voglia: lo dimostrano le liriche dell’autrice, a volte in forma di sonetto: la metrica segue quella accentativa: ‘Sta sinfonia d’autun entrÓ le ombrýe’ (Sinfonia). La traduzione in lingua fa perdere un poco della spontaneitÓ originaria, ma non sempre: betulle (bed˛le) o streghe (strýe). C’Ŕ un senso di magico e di antico proprio in queste strýe, quel mondo che sembra inaccessibile all’uomo moderno, ma che conserva tutto il suo fascino a chi lo sa penetrare anche attraverso la parola.

Recensione
Literary ę 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza