Servizi
Contatti

Eventi


Oriana Fallaci. Amore, vita e morte nelle sue opere

Saggistica. Un saggio che esce con una seconda edizione aggiornata. I due estremi – amore e morte – connotano la vita e le opere di una scrittrice e giornalista il cui stile è stato definito “passionale e nervoso”. L’autrice del saggio, attraverso consistenti riporti dai libri della Fallaci, ricostruisce una figura letteraria tra le più importanti nel panorama culturale del Novecento. Per la Fallaci “la morte è ingiusta” (p. 69), un concetto che si potrebbe ribaltare, poiché come sarebbe il mondo se non ci fosse la morte? Per citare Fritz Lang: anche i boia muoiono. Piuttosto sono incomprensibili la crudeltà di certe persone (cfr. p. 102) e la guerra, che di ogni crudeltà è portatrice. Tale ‘incomprensibilità’ si rispecchia negli individui (già Pascal aveva notato come l’essere umano fosse indecifrabile): infatti “a volte gli uomini sanno essere più crudeli della morte” (p. 165).

Nelle otto parti in cui l’esteso saggio si articola vengono affrontati temi fondamentali sotto il profilo etico, un’etica conquistata nei secoli, ossia quei princìpi di uguaglianza, libertà e fratellanza sanciti a fine Settecento ma ancora disattesi da una notevole parte dell’umanità. Un saggio pressoché esaustivo, comprendente in appendice la bibliografia (opere, registrazioni, articoli consultati, scritti vari e apparato critico), più un utilissimo indice dei nomi, supporto che sempre raccomandiamo per questo tipo di lavori.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza