Servizi
Contatti

Eventi


Poesie 2009-2016

Poesia. La cospicua produzione poetica di circa sei anni presenta di conseguenza una considerevole varietà formale e una solida struttura tematica divisa in più parti. Un dato emergente è comunque la cifra stilistica dei testi che, per quanto articolati, sono strettamente vincolati a un linguaggio decisamente personale e in grado di adeguarsi a ogni situazione.

L’autore riesce a fissare istanti che sembrano fuggevoli, e li determina nelle loro caratteristiche, una capacità questa che appartiene di fatto alla scrittura: il rendere inamovibile nella sua fluidità interpretativa luoghi, oggetti, pensieri e perfino emozioni.

La ritmicità dei testi è ad ogni modo contenuta all’interno di una misura che connota maggiormente tale produzione. Anche quando si evidenziano tratti o eventi mitologici (nella eponima sezione) lo stile non esce da una sua precisa dimensione e anzi ne acquista sotto il profilo dell’eleganza espressiva. A volte i versi si prefigurano in poemetti dove la contiguità di estesi elementi si integra e in effetti crea ‘storie’ o descrizioni.

Le anafore tuttavia (es. Sessanta olive nere) non istituiscono un ‘meccanismo’ ma colgono a ogni fase le intuizioni peculiari che nascono dalla fantasia. La natura deve sottostare a una volontà che a sua volta si trova nel dubbio o di fronte a una scelta: alla fine la natura prevarrà? “Nella gora putrida d’acqua | frammenti dell’uomo digitale” (p. 148). Sarebbe interessante porre un raffronto tra il Mosi scrittore e il Mosi poeta.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza