Servizi
Contatti

Eventi


Poesie Prose e Jazz

Poesia, prosa e saggistica. Come da titolo l’opera si divide in tre parti che ovviamente viene in modo spontaneo da ritenersi collegate da uno stesso filo conduttore, al punto da avvicinare e perfino integrare la parola e il suono. La prima parte (poesie) si distingue per un carattere essenziale della scrittura: l’autore mira alla sintesi dei concetti e talvolta delle emozioni (Saudade), sicché i ricordi che in ogni caso si infiltrano nei versi mostrano diverse facce, il presente con la sua enunciazione ‘formale’ del testo, e il passato con le infinite implicazioni che la memoria produce. Ci viene da pensare che il tempo non inganna, o forse siamo noi a ingannarci sulla sua reale incidenza.

La seconda parte (prose) prosegue in altra dimensione lo stile già notato nelle poesie: la quotidianità e gli eventi che ne conseguono sono riportati con grande chiarezza in modo da non equivocare sul contenuto. I temi trattati risultano i più disparati, ma ci piace collegare l’idea poetica a quella prosastica, per esempio: nel rievocare un’abitazione già se ne deduce la storia, che appartiene in misura non separabile da coloro che la abitarono per tanto tempo, e qui entra in gioco ancora la memoria, coi suoi parametri spesso divergenti dal dato oggettivo.

Nell’ultima sezione (Il mio Jazz) i diversi avvenimenti che hanno costellato la vita dell’autore, e come ogni musicista che si rispetti non pochi sono i viaggi o i trasferimenti all’estero, a volte di una certa durata. L’amore per il jazz è peraltro una chiave introduttiva nello spirito umano e artistico di Duccio Castelli, in particolare quel jazz classico che è intramontabile, occorre abbinarvi l’audizione dei venti brani contenuti nel CD, con le belle sonorità che gli strumenti propongono: il jazz è indubbiamente improvvisazione (come già negli antichi canti gregoriani), ma per uno strano e pur effettivo ossimoro, una improvvisazione che diviene fissa allorché sia trasferita su disco o altro supporto ad uso musicale. Libro e CD piacevoli, alla lettura e all’ascolto, anche per chi del jazz è profano.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza