Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. C’è una musicalità (anche citata) nella limpidezza di queste liriche, quel suono raffinato, ‘clavicembalistico’, di ‘puro scarlattiano cantare’ (Clara Haskil). E vi si accompagnano i delicati disegni di Rinaldelli. Una poetica incentrata in senso lato sulla natura, forse nella sua parte più segreta. Perché quest’ottica? Probabilmente si arriva a un punto di comprensione per cui le cose, gli artifici, non contano più. Ecco allora affacciarsi il mondo intimo, che è segno della nostra interiorità. Non solo, sia chiaro, le immagini eleganti, ma una ‘sostanza’ che travalica l’aspetto figurale e si colloca in profondità nel pensiero. Versi perciò di sottile e penetrante fascino, che si dipanano in ‘frangiata purezza’ (p. 49).

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza