Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Il ‘cavallo di ruggine’, com’era chiamata un tempo la bicicletta, conta un’infinità di appassionati; e in effetti sembra donare un senso di libertà e di vicinanza alla natura (intanto, non inquina). Il poeta dedica un’intera raccolta alla sua ‘passione’ e ce ne mostra i varî aspetti e quanto vi è collegato, per esempio i luoghi visitati. Ma la bici sa anche ispirare: ‘È senza tempo la parola | che s’inanella alle ruote’ (La parola, vv. 2-3); sa poi riportare la pace (Oro) nel vivere convulso d’ogni giorno; può diventare perfino un’amante (p. 53). Liriche come sapide ‘annotazioni’ ove non manca l’afflato poetico. Divertenti i doppi sensi nella breve composizione ‘La sua bici da corsa’ (incipit) di p. 76.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza