Servizi
Contatti

Eventi


Un continuo implorare. Dodici momenti di spiritualità fra le Dolomiti

Saggistica. Una guida per scoprire e gustare opere d’arte come le chiese – spesso assai antiche – nelle varie località delle Dolomiti. Basti citare la chiesa di Dosoledo, che trae origine da una cappella sostituita nel 1521, o la chiesa dedicata a Santa Maria Maddalena (Termine) consacrata nel 1515, o la chiesa di San Nicolò Comelico di cui si ha notizia nel sec. XI — solo per fare tre esempi. A questi luoghi sacri si collegano a volte singolari episodi, come la nebbia che confuse “gli invasori tedeschi” (San Vito).

Ma anche recenti riferimenti sono preziosi per collegarsi a una tradizione secolare: “un ritaglio di giornale datato 1987 e firmato Mario Ferruccio Belli” ove è ricostruita la storia della chiesetta di San Giacomo a Dovesto. Va ricordato che a Zoppè sono nati due artisti: Masi Simonetti e Fiorenzo Tomea, quest’ultimo noto per le sue originali pitture di maschere o soggetti macabri. I riferimenti bibliografici si trovano alle pp. 85-88 del volume.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza