Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Vi sono opere, come questa, che riescono a coniugare forma (anche tipografica) e contenuto, con una chiarezza e un linguaggio esemplari. Il romanzo – nove capitoli – va inteso anzitutto nella dimensione psicologica dei personaggi, in primo luogo della protagonista: uno scavo che segue dall’interno le vicende, fino al punto di inglobarle in un contesto riflessivo, introspettivo. Lo stile è elevato, ‘senza compromessi alto’ (M. Pieracci Harwell), ma altresì riferito alla scrittura creativa: spoglia convinzione (p. 33) complicatezza lenta e vischiosa (p. 111) — due esempi di un’aggettivazione personalizzata. E, fra le pagine più significative, va citato lo splendido finale del terzo capitolo. Ovviamente, se la parte ‘descrittiva’ prevale il dialogo decresce: a noi rimane da immaginare ciò che viene suggerito, poiché la perfezione è possibile quanto più il pensiero si fa profondo.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza