Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. È sempre con curiosità che si legge un’opera prima. L’autrice è nata a Chioggia nel 1966, e fin da bambina ama scrivere. Già ci dice molto sulla silloge la prefazione (G. Penzo), e pure la poetessa, stupita dalla ‘sottile ricchezza’ che la quotidianità nasconde. In effetti il suo stile non si perde in fronzoli, mira piuttosto a esprimere azioni e sentimenti in modo diretto. Né vi manca l’autoanalisi (Buio) e il rapporto con la vita d’ogni giorno (Dopo pranzo). Anche nei testi più lunghi, per esempio Natale 2006, la scrittura si mantiene asciutta, colpisce immediatamente il lettore. Infine vi è un desiderio di ‘trascendenza’ (Sonno). Cristina Boscolo Nale quindi presenta già un linguaggio connotato, una personalità che sembra preludere a nuovi traguardi poetici.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza