Servizi
Contatti

Eventi


Voci dall’ombra

 

Poesia. La poetessa (nativa di Varese) propone una nuova silloge in cui si riaffermano quei caratteri già notati nelle precedenti raccolte. È una scrittura di un lirismo raffinato, che emerge a tratti nella delicata trama dei versi. Spesso il tono descrittivo tende a rappresentare la natura nei suoi aspetti ‘intimi’ (“Calma riposa l’estate | paga del suo fulgore” Agosto) e la vena elegiaca è percorsa da un “sentimento del tempo” che induce alla speranza, benché ritenuta “pallido sole” (Nebbia dell’anima): è l’amore il tramite per comprendere una realtà che si traduce nell’idea ‘magica’ ed evocativa di non luoghi ed emozioni (es. Giornata).
Se il concetto di tempo si impone attraverso la parola trova però la sua ragion d’essere nello spirito delle cose intese in una perfezione ideale oltre i limiti dell’essere: “L’odore dell’acqua | è verde chimera che respira” (Rimpianto di luce).

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza