Servizi
Contatti

Eventi


La bella natura nella poesia del Quattrocento

Davanti alla scena desolata che ci mostra, al giorno d’oggi, la natura, in tante parti cancellata dal massiccio avanzare del cemento, asfissiata da fumi, intorbidata o stracciata, e pur sempre anemica, mi piace ritornare, di quando in quando, al ravvivante alito di primavera che si leva da tanta poesia del Quattrocento e soprattutto dalle fresche ottave di Lorenzo de’ Medici (1449-1492) e di Angelo Poliziano (1454-1494).

E’ una terrestrità riacquistata nel suo aspetto più invitante, quello della bella natura, in cui lo spirito ricerca e trova la sua intima armonia, in cui l’afflato si immedesima e spazia in una consapevolezza nuova di creatività.

Quali larghi paesaggi ci si aprono verdeggianti o coperti di messi ondose al vento o con prati ingemmati di fiori!

E sembra ci giunga lo stormire di fronde insieme col verso variato degli uccelli e il ronzare delle api indaffarate, il sussurrìo d’acqua viva e il rustico canto accompagnato dalla zampogna!

E ogni descrizione procede con un suo ritmo gioioso, ché il poeta ci vuole partecipi della sua meraviglia e del suo compiacimento …

Più realista, Lorenzo (come egli annota i gesti del pastore premuroso …); più lirico, Angelo.

Il Poliziano, invero, sa trasportarci in un’atmosfera incantata, sulla scia del suo armonioso verseggiare, come quando ci introduce nel giardino, cui arride una continua primavera; ove vola Zefiro e suscita fiori variegati; ove scivola via un’acqua limpidissima e sembra dipingere le rive di quei fiori che in essa si riflettono … E’ un’esultanza floreale!

E tra i fiori siede Simonetta, con la candida veste a fiorami, intenta ad intrecciare ghirlandette.

E’ la personificazione della Bellezza, creatura della natura, che appare in una rigogliosa cornice naturale, ma con una sua eccellenza nativa, che tutti gli altri esseri le riconoscono, e stanno come protesi ad ammirare il miracolo d’armonia, e nell’ammirazione provano beatitudine: “ridegli attorno tutta la foresta “.

Materiale
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza