Servizi
Contatti

Eventi


Pensieri e immagini controcampo

I pensieri e le immagini, di cui sono fitte le pagine del volume di Alfio Arcifa, racchiudono la sostanza della lunga esperienza esistenziale dell’autore, e inducono a soste meditative.

Erompe spesso il volto duro della realtà, soprattutto sociale, poiché in essa molti comportamenti sono improntati alla furbizia, all’ipocrisia, all’affarismo, all’arrivismo.

Ci si presenta,allora, un quadro pessimistico, considerando che “c’è tanto malessere nel mondo ed è difficile che molti sappiano come uscirne fuori.”

E in una società “costretta ad andare al rimorchio di uomini mediocri e meschini“, declinano i valori etici; essa non offre, di certo, validi esempi ai giovani, i quali non ricevono, per di più, dalla scuola precise idealità, ma, in molti casi, un insegnamento nozionistico.

Ai frequenti motivi di disagio e di denuncia, Arcifa, tuttavia, inframmezza spunti di carattere gnomico, con intenti parenetici.

Ed ecco l’invito a rifuggire dalla diffusa esteriorità artificiosa e a rientrare nel proprio intimo: “Se cerchi un bene assoluto, non cercarlo mai fuori di te, ma cercalo dentro te stesso.”

Viene rivolta l’esortazione ad agire sempre in modo da produrre del bene con le proprie azioni …

Ad amare la vita, e a non disprezzarla alle prime difficoltà …

E nel libro ci sorprendono, consolanti, quei passi in cui si rivela l’animo dell’autore, ricco d’una nativa sensibilità poetica. D’altra parte sono numerose le liriche incluse …

Il Nostro confessa che il contatto con la natura, lo induce a commuoversi, a sentirsi più incline alla fiducia e alla speranza, come quando si trova nel silenzio d’una chiara giornata. “La luce mi investe - egli scrive - ed una voce dolce nell’animo mio scende.”

Così può abbandonarsi al sogno e proiettare l’io in una dimensione trascendente.

Dal libro, quindi, una volta superata la foschia delle storture di questo mondo, si può recepire l’orientamento a riscoprire la propria interiorità, per ascoltarne la voce più schietta ed arricchirsi spiritualmente; ad aprirsi verso gli altri, offrendo uno spontaneo aiuto solidaristico; a ricercare, con serenità, le superstiti bellezze della natura e quelle della genuina arte.
Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza