Servizi
Contatti

Eventi


Il dolore della casa

Una silloge plurale, polisemica che, nell’attualità dei giorni, offre tutto il suo potere per reificare emozioni, sentimenti, circostanze, sacrifici di ospedalieri che hanno dato tutto il loro lavoro per la salute degli altri; per il bene della società a scapito della propria vita.

Il verso corre fluido nel rievocare figure di medici e infermieri; per concretizzare con epigrammatico apporto emotivo vicende che ci rattristano e ci rendono ancora più precari in questo mondo di casualità e di fatalità. Il poeta con padronanza metrica e in possesso di iuncturae combinanti significati senza troppi perifrastici epigonismi, senza superflui giri di parole, ci mette davanti a figure di semplici lavoratori nella loro missione giornaliera; nel loro travaglio quotidiano incuranti delle possibili aggressioni di un virus che ci costringe all’isolamento.

Si succedono nomi di medici e non solo che hanno lasciato la vita sul campo di battaglia fino alla poesia Lamentazioni e una nota di chiusura dell’Autore. Opera emozionante, folta di tocchi poetici che contornano con empatica partecipazione il corso della silloge.

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza