Servizi
Contatti

Eventi


Le Muse
            Bimestrale per il mondo dell’arte e della cultura – Anno XXII – Febbraio 2022

Le Muse è una rivista d’arte e cultura fondata da Paolo Borruto e Maria Teresa Liuzzo ventidue anni fa e quindi può considerarsi storica nel nostro panorama letterario, scenario nel quale molte riviste di questo genere terminano il loro iter dopo poco o pochissimo tempo dai loro inizi.

Le Muse è organo ufficiale dell’Ass.ne Lirico – Drammatica Arte e Cultura Pasquale Benindende.

Maria Teresa Liuzzo ricopre i ruoli di Editore, Direttore Responsabile e Direttore Pubbliche Relazioni.

I vicedirettori sono Davide Borruto e Stefano Mangione e lo stesso Borruto è Direttore della Redazione e gestisce i rapporti con gli Istituti Culturali.

Molto nutrito il Comitato Letterario di Redazione del quale ha fatto parte la figura di spicco di Giorgio Bàrberi Squarotti.

Le Muse annovera Corrispondenti Esteri in Romania, Spagna, U.S.A. e Argentina.

La Direzione e l’Amministrazione di Le Muse sono a Ravagnese di Reggio Calabria e tra le riviste artistiche cartacee del Meridione, quella che prendiamo in considerazione in questa sede, può considerarsi una delle più serie, eclettiche e affermate.

Ricchissimo il sommario che presenta l’Editoriale di Davide Borruto che ha un tema politico: scrive il Nostro che, dopo una lunga gestazione, il 09/01/2022, il Parlamento ha finalmente scelto il nuovo Presidente della Repubblica. Ci sono voluti ben otto scrutini per nominare nuovamente Sergio Mattarella, esito che non ha stupito più di tanto i veterani delle vicende quirinalizie.

L’elezione del 2022 ha presentato diversi punti in comune con quella del 2013 che, da eccezione, sembra si stia consolidando come prassi costituzionale alla quale guardare, non senza preoccupazione.

Come nel 2013, le forze politiche hanno messo in campo inizialmente un nome chiaramente divisivo: nove anni fa era toccato a Romano Prodi fare da parafulmine, mentre questa volta l’agnello sacrificale è stato Silvio Berlusconi. Sempre come allora era stata avanzata l’ipotesi del Presidente del Senato emerito Franco Marini, mentre stavolta è toccato alla Presidente in carica Maria Elisabetta Alberti.

Seguono parti dedicate a poesie di poeti dei quali spesso sono inserite le fotografie e molto interessante è l’OSSERVATORIO INTERNAZIONALE con lo scritto ATLANTIDE, una fuga di specchi riflessioni e ripensamenti a cura di Mauro De Castelli.

Nella rubrica Poesie nel mondo, a cura di chi scrive, sono inserite le Considerazioni sulle poesie di Carlos Vitale poeta nato a Buenos Aires nel 1953.

Il personaggio del mese in AUTORI ITALIANI DEL TERZO MILLENNIO è Raffaele Siciliano Scultore e Poeta nello scritto a cura di Sabrina Santamaria che afferma in Un manieristico e avanguardistico stile scultoreo che il Nostro, nato a Sesto San Giovanni (MI) nel 1960, con la sua sensibilità artistica e acuto ingegno ha scoperto il suo intrinseco talento scultoreo. Il suo stile è avanguardistico (vedi ad esempio il Dadaismo) che a tratti si trasforma in una dote manieristica.

Nel bimestrale s’incontrano saggi e recensioni di qualità e una Rubrica è dedicata a L’esercizio della satira attraverso la metrica della filastrocca a cura di Maria Teresa Liuzzo.

Una lettura impegnata, un caleidoscopio di articoli e testi poetici connotati dal comune denominatore della qualità a dimostrazione che ancora una volta scommettere sulla poesia e l’arte in generale con espressioni cartacee si rivela una scelta vincente per i valori dell’essere che sono ancora in piedi in un mondo dominato dalla mentalità dell’avere.

Un’immersione tout-court nella bellezza e nella cultura che superano di gran lunga la mentalità del mero apparire.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza