Servizi
Contatti

Eventi


Alba nuova

Fu improvviso il collasso del sistema sovietico nelle cinque Repubbliche dell’Asia Centrale: simile alla caduta di schianto di una quercia.

I maestri se ne andarono lasciando soli gli alunni accorgendosi che la lezione era sbagliata: messaggio lasciato alla lavagna in altra lingua fingendo che non fosse stato scritto da loro, così come nel teorico e imposto sistema avevano sempre finto anche a se stessi.

La malinconia nel cuore invadeva questo tempo con i prezzi che salivano in modo incontrollato assieme al vuoto e a una strana nostalgia: orfana improvvisa di una madrepatria perduta.

Eppure in fondo al cuore non c’è il rimpianto per il tramonto di un giorno che era già morto, mentre cresce una neonata fiducia in se stessi per un’alba nuova, la prima vera alba, che lancia al futuro bagliori di speranza dalle macerie di un mondo, in fondo, mai vissuto.

Ora c’è la libertà di stampa … e manca la carta.
Materiale
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza