Servizi
Contatti

Eventi


La poetessa padovana Maria Luisa Toffanin vanta un curriculum letterario di tutto rispetto dato che oltre ad avere vinto parecchi premi letterari, le sue creazioni sono presenti in riviste e antologie fra le quali: "Laboratorio Letterario" (1995-1998), "Antologia dei poeti padovani" (1997-98-99-2000), "Poeti in Val di Magra" (1998), "Voci dell'anima Molinello" (2000), "Ada Negri" (2000) ecc. L'artista collabora anche con la fondazione Levi-Montalcini Onlus per l'orientamento scolastico e promuove iniziative letterarie nella scuola, secondo le finalità della stessa Fondazione.

La sua ultima silloge A Tindari ha vinto il Premio Sorrentinum ed è stata pubblicata da Nicola Calabria editore di Patti Marina (Messina). La prima parte è dedicata a Tindari cui l'artista si rivolge come ad un soggetto femminile, ricordando il suo passato, i suoi miti, la sua storia con l'auspicio di un futuro migliore: "Smunte le lampare | a segnare lontane | la notte di Clitemnestra | e il sangue la cavea | a farsi puro alla luce | delle stelle greve. || Rossa la luna accende | le catene libere di Elettra | e la pietas sul dolore. || Si è compiuto il giusto | sacro a litaniare il coro | da profondo incanto | immenso silenzio di cobalto | – il giusto dal fato voluto – || Ma si sentono catene | pesanti di storia | nonsciolte ancora | da radici amare | di questa terra | in notti di sangue impuro".

La seconda sezione rappresenta un nsieme di visioni scaturite da luoghi e momenti di rara suggestione dovuti all'incontro fisico-emotivo con la Sicilia, i suoi odori, i suoi colori, le sue peculiari particolarità. Di particolare suggestione è la lirica senza titolo che porta però luogo e data: Oliveri, luglio 1999 "Bianche criniere e fulve | forme pur vive, presenti | e remote nell'ora dei miti | –folata di vento dai Nebrodi – | apparse sull'orlo marino | ingioco con l'acqua | a fiutare il salmastro | a frantumare la schiuma | a mordere l'onda | ansanti dal ritmo. || Un gioco con ninfe | in mutati sembianti | una sfida al tempo: | memoria rapita | a molli eucalipti".

La raccolta di liriche è stata presentata a Lipari il 6 agosto 2001 nel prestigioso Centro di Studi e Ricerche Eoliane dal Prof. Cannistà Bartolino con rilevante consenso di critica e pubblico. Da evidenziare la breve ma nel contempo profonda e altamente significativa presentazione al volume di Piera Levi-Montalcini.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza