Servizi
Contatti

Eventi


È una parola che vince il silenzio, ben resa, affilata, spoglia di retorica, una comunicazione che vince la solitudine. Bisogna leggere i versi di Lilia Slomp per sentirne tutta l’intimità appassionata e preziosa sia quando fa notare la nostalgia dell’infanzia felice e sia quando evidenzia gli affetti familiari.

Splendida e delicata questa raccolta di poesie di Lilia Slomp, corposa e carica di forza e di luci; colpiscono il fruitore sprigionando una tale freschezza e un immediato senso di benessere che la lettura diventa un dolce cammino costruttivo ed esauriente. Ogni sua lirica – si può dire – è un viaggio attorno al proprio io, in un contatto diretto con se stessa alla ricerca di un’identità nel racconto di fatti e personaggi reali ma che risultano amplificati dalla fantasia. Siamo di fronte a immagini – parole che cantano la resa dell’amore e alle segrete armonie delle sensazioni, con la capacità di filtrare emozioni, ricordi, oggetti, luoghi in una sequenza personalissima di occasioni proustiane viste in una visione fantastica.

In questo libro, oltre a scandagliare a fondo lo stile della poetessa non possiamo dimenticare la virtù dei disegni di Livio Conta, il cui nome è inserito nelle più qualificate pubblicazioni artistiche e le cui opere figurano in collezioni private e nei più prestigiosi musei italiani e stranieri.

Potremmo asserire che c’è una fusione fra le opere del maestro e la penna e le parole usate dalla poetessa, che riesce a fare affiorare alla superficie della coscienza luce di colori, fonicità di linguaggio, ritmo musicale con intermittenze di silenzi profondi. Sono riflessioni dell’io dentro l’io in una inviolabile sacra solitudine in cui lo spirito recupera il passato e lo rende presente attraverso la poesia.

Casalguidi, 15 maggio 1999

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza