Servizi
Contatti

Eventi


Vedono la luce, per i tipi dell’ Editore milanese Guido Miano, le liriche di Pietro Nigro raccolte in “Il deserto e il cactus”. Ordinario di lingua e letteratura inglese, il poeta scolpisce in una lingua perfetta ed elegiaca, distesa a volte come una purissima prosa, un lungo bassorilievo di memorie e di ombre colte in una sorta di eterno viaggio. “In rarefatte atmosfere vagano vite e pensieri, speranze, illusioni e certezze di morte” … questo il motivo dominante della sua poesia anche quando, calandosi nel paesaggio, ritrae e sviscera il senso profondo di certe solitudini che caratterizzano la sua Sicilia dai “canti soffocati” e dalle “tiepide brezze marine”. Un poeta che merita di essere conosciuto e destinato ad occupare un posto di rilievo nella poesia contemporanea.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza